Original article - Articolo originale: http://epicgames.com/community/2012/...roup-interview


Sono Ruben aka "DarkAp89", Epic Gamer e moderatore del forum Epic, ed oggi sono qui per portarvi una speciale storia dai nostri fan italiani. Ogni anno, nella citt√* italiana di Lucca, in Toscana, si tiene l'evento denominato "Lucca Comics & Games". Questa manifestazione √® la seconda delle pi√Ļ importanti fiere fumettistiche d'Europa, subito dopo quella di Angoul√™me Comics Festival in Francia, dove editori di fumetti e videogiochi mettono in mostra i loro prodotti pi√Ļ famosi. Dal 1997 "Lucca Comics & Games" ospita anche uno speciale evento annuale di cosplay in cui i partecipanti, sia in gruppo che in forma individuale, si vestono dai loro personaggi preferiti dal mondo dei fumetti, degli anime e dei videogiochi. Il vincitore partecipa al European Cosplay, un contest prestigioso che si tiene ogni anno al Japan Expo di Parigi. Quest'anno, tra i partecipanti, c'era anche un gruppo di cosplay a tema Gears of War e noi li abbiamo intervistati!


DarkAp: Ciao ragazzi, raccontateci del vostro gruppo e come vi siete conosciuti.

Vito Fantini:
Ciao a tutti, sono Vito Fantini, un membro del gruppo di cosplay a tema Gears of War composto da Stefano Gori, un amico che conosco fin dai tempi delle superiori, Marcella Acciari, da cinque anni fidanzata con Stefano e Alessio Farfai che ho incontrato cinque anni fa a Lucca Comics & Games.

DarkAp: Com'è nata la vostra passione per Gears of War?


Stefano Gori: Abbiamo un sito di videogiochi amatoriale da tanti anni e quando per la prima volta è stato rilasciato Gears of War ce ne siamo subito innamorati insieme allo spot televisivo "Mad World". Ancora oggi, mentre ci prepariamo per andare a qualche evento, Mad World è la nostra canzone personale. Del gioco abbiamo comprato ogni edizione limitata, l'intera collezione di fumetti, i libri e molto del merchandising disponibile qui in Italia.

DarkAp: Com'è nato il vostro gruppo e cosa vi ha spinto ad andare a Lucca Comics & Games?

Alessio Farfai: Diciamo che vedere su internet le foto della gente travestita da proprio personaggio preferito ci ha veramente intrigato. Grazie alla passione per i videogiochi e per i cosplay che tutti insieme condividiamo, decidemmo di riprodurre una Squadra dall'universo di Gears of War per poi mostrarla agli eventi: ci abbiamo lavorato veramente tanto. Abbiamo scelto Lucca Comics & Games perch√© √® una delle pi√Ļ importanti fiere del genere in Italia ed anche perch√© distava da noi solo 10 km. Ci sembrava un buon posto per mettere alla prova le nostre creazioni.


DarkAp: Il vostro gruppo è composto da tre uomini ed una donna. Partiamo dai tre COG: che materiale avete usato per le vostre armature e quanto tempo avete impiegato per realizzarne tre?

Alessio Farfai: Tutto è iniziato quando abbiamo visto su internet dei modelli, dei concept sulla realizzazione delle armature Delta e questo ci ha dato subito un'idea. Abbiamo poi cominciato a realizzare le armature prendendo per modello quella di Marcus Fenix del primo Gears of War. Considerando che è anche l'armatura base che davano alle reclute abbiamo deciso di fare quella... anche perchè a parte Vito, io e Stefano non abbiamo la stazza per fare uno dei membri della Squadra Delta e quindi abbiamo optato per una squadra base di soldati COG.

I materiali usati nella realizzazione sono molti, abbiamo dovuto fare molte prove prima di arrivare al risultato vero e proprio. Ma diciamo che l'interno delle nostre armature √® realizzato con il foam, che sarebbe un materiale morbido simile alla gomma del tappetino del mouse, fogli di vetro resina, lo styrene, che √® una specie di plastica fatta in fogli molto sottili e modellabili. Infine, abbiamo deciso anche di mettere sulle spalle dei piccoli led blu che simulassero le luci che hanno le armature. Questo progetto ci ha impegnato per un anno e mezzo circa mentre ci si aiutava a vicenda. √ą stata una bellissima esperienza!


DarkAp: Oltre ai tre uomini c'era anche una soldatessa, Marcella: il tuo modello è ispirato a quello di Anya?


Marcella Acciari: Sì, il modello di base della tuta è quello del sergente Anya Stroud, ma ovviamente abbiamo voluto impersonare un gruppo di COG base piuttosto che passare per i Delta, cosi non ho dovuto tingermi i capelli di biondo. La tuta è realizzata in pail e cotone, è un vitino unico che si chiude con una cerniera sulla schiena mentre le spalline sono state realizzate in foam, pitturate e disegnate da me e attaccate al vestito con del velcro.

DarkAp: Avete realizzato altri cosplay in passato, oppure avete altri progetti simili per il futuro?

Vito Fantini: Non √® la prima volta che ci cimentiamo nell'arte del cosplay e prima del gruppo a tema Gears of War impersonato Darth Vader, Altair di Assassin's Creed, Master Chief e Cortana di Halo... ovviamente sempre tutti insieme. E chiss√* che magari qualche progetto futuro non sia nell'aria, tempo e lavoro permettendo.

DarkAp: Grazie per averci raccontanto la vostra storia!

Di nulla, grazie mille per quest'opportunit√*! Saluti dall'Italia!